La moda non è solo una questione di tendenze ma è anche raccontare una storia.
Senza andare troppo lontano con la storia del costume, è semplicemente unico indossare abiti e accessori senza tempo che trasmettono la storia di un brand e anche un pezzettino della storia del nostro Made in Italy. E provo un certo orgoglio quando vedo abiti e accessori di grandi Maison straniere e ritrovo la dicitura “Made in Italy”, perché nella moda e in molto altro ancora, siamo l’eccellenza.

Fendi: 90 anni di eccellenza

Foto della borsa Fendi DotCom

Tra le vie di Roma con la mia Fendi DotCom

Ho sempre adorato Fendi, perché è un brand nato da una grande famiglia italiana, fatta soprattutto di tante donne.
ll viaggio di Fendi inizia 90 anni fa, in un atelier familiare di Via del Plebiscito, nel cuore di Roma e non è un caso che Roma, la Città Eterna, sia la casa di una Maison che è ormai amata in tutto il mondo e continua ad allargare le frontiere dell’innovazione.
La magia eterna di Roma e la creatività audace di Fendi viaggiano da sempre di pari passo.
Naturalmente come tante aziende ha avuto la sua evoluzione, come l’arrivo del colosso francese LVMH, la sua evoluzione stilistica con la direzione di Karl Lagerfeld ma sempre insieme a Silvia Venturini Fendi, una donna di grande carattere e creatività.

Foto di Claudia con la borsa Fendi DotCom

Con la borsa Fendi DotCom

Proprio oggi Fendi celebra il suo 90esimo anniversario con una sfilata evento  “Legends and Fairy Tales” nella suggestiva cornice della Fontana di Trevi, della quale la maison della doppia F ha recentemente finanziato i restauri.
Ed ecco allora, un piccolo tributo alla Maison, con la mia nuova borsa Fendi DotCom, la it bag 2017. Un preziosissimo dono per i miei 40 anni da parte dei miei amici più cari.

La borsa Fendi DotCom

Claudia con la borsa Fendi DotCom

Un giorno d’estate con la Fendi DotCom

Ogni anno puntiamo su una It Bag, il “problema” di Fendi è che sono tutte It Bag, quindi bisognerebbe averle tutte, dalla Peekaboo, alla 3 Jour e naturalmente ci vuole anche l’intramontabile baguette!
A differenza di molte maison infatti, che magari hanno un grande successo con un accessorio che dura un po’ di stagioni, nel caso di Fendi ogni modello di borsa diventa icona!

Le borse icona di Fendi

Views Slideshow

Manca una borsa in questa photogallery, perché è la mia preferita ed è la borsa Fendi DotCom.

Foto della borsa Fendi DotCom

Borsa a mano Fendi DotCom in pelle di vitello nera.

Mi sono innamorata di questa borsa innanzitutto per il nome: DotCom e per me che sono super tecnologica è assolutamente un must have!
È organizzata in due scomparti chiusi con zip e divisi da una tramezza. Ha una pochette interna rimovibile in pelle azzurra, decorata con una borchia conica e logo Fendi Roma.

Foto della borsa StrapYou

La preziosa tracolla Strap You con maxi borchie

Si può portare a mano o a tracolla e per renderla ancora più perfetta, c’è la tracolla Strap You, che fa parte di una collezione di divertenti e preziose tracolle che permettono di cambiare look alla borsa ogni stagione!

Foto della borsa Fendi DotCom

Tra le strade di Roma con la Fendi DotCom

La tracolla Strap You di Fendi

Foto della tracolla StrapYou

La borsa DotCom con la tracolla intercambiabile Strap You

Foto della tracolla Strap You

Le maxi borchie in plexi

La mia tracolla è in pelle di vitello bianco ghiaccio con borchie in plexi e lato interno a contrasto color cuoio. Si può utilizzare in abbinamento a qualsiasi borsa Fendi grazie al doppio moschettone con finitura palladio che può essere agganciato a manici e ganci per tracolla.

Foto della borsa Fendi DotCom

Il mio outfit con la borsa Fendi DotCom

Foto di Claudia con la borsa Fendi DotCom

Tra le strade della Capitale con la Fendi DotCom

La borsa Fendi DotCom può essere indossata davvero con ogni look, da quello super casual ad una serata chic tra amiche. 
Per il momento ho scelto un look casual, perché basta una borsa così bella per sentirsi super chic!

Claudia con la borsa Fendi DotCom

Con la mia nuova borsa Fendi DotCom

Credits:
Foto di Valerio Romolo

1 commento

  1. Pingback: I 90 anni di Fendi e la memorabile sfilata a Fontana di Trevi

Cosa ne pensi?