Tanti consigli per prendersi cura del sorriso in modo efficace

Il nostro sorriso è un po’ il nostro biglietto da visita. Avere i denti gialli o macchiati dal fumo di sigaretta o dal caffè, per esempio, o avere l’alito cattivo, si sa, non dà una buona impressione di noi e può mettere a disagio chi ci sta intorno ed intrattiene delle conversazioni con noi, per non parlare poi del disagio che può crearsi in momenti più intimi. Ma prendersi cura del proprio sorriso e della propria bocca è una questione importante non soltanto per il fattore estetico ma anche per quello della salute generale del cavo orale e di tutto il corpo.

I nostri denti, infatti, oltre ad avere il ruolo di masticare gli alimenti così da renderli più facilmente digeribili, influiscono per esempio anche nel modo in cui parliamo o nella nostra postura e, senza un’igiene dentale corretta, possono causare la formazione di carie, gengiviti e altre malattie paradontali anche gravi. Ecco perché è importante adottare una routine di igiene del cavo orale con tanto di collutorio, filo interdentale o scovolino per denti.

Foto di un sorriso di una modella

Ma quali sono i passaggi per una corretta igiene orale?

Per poter prevenire gran parte delle patologie legate alla bocca che possono rovinare così il nostro sorriso, è fondamentale mantenere un’igiene dentale costante ed approfondita tutti i giorni, così da poter eliminare tutti quei batteri che sono la causa di tali patologie.

Infatti, non lavarsi i denti tutti i giorni e con attenzione, permette la proliferazione dei batteri contenuti nei residui di cibo formando così la placca dentaria. Questa placca, che si manifesta sui nostri denti sotto forma di patina adesiva e incolore, se non rimossa accuratamente con i giusti strumenti, può trasformarsi in tartaro e può essere rimosso solo tramite pulizia professionale effettuata da un dentista o da un igienista dentale.

La prevenzione del tartaro è fondamentale, perché la sua presenza può irritare le gengive scatenando così un processo di infiammazione, generando una serie di malattie dentali e gengivali come la parodontite.

Andiamo a vedere allora quali sono le pratiche giornaliere da eseguire per ottenere una corretta igiene orale ed avere sempre un sorriso fresco e pulito:

  1. Una corretta igiene orale inizia lavandosi i denti tutti i giorni con lo spazzolino almeno tre volte al giorno e comunque dopo ogni pasto;
  2. Per ottenere una pulizia impeccabile, la spazzolatura deve durare dai tre ai quattro minuti e deve essere effettuata dall’alto verso il basso sui denti superiori e dal basso verso l’altro su quelli inferiori così da poter raggiungere al meglio anche lo spazio interprossimale (cioè lo spazio che si trova tra dente e dente), senza però irritare le gengive;
  3. Una volta spazzolato i denti con lo spazzolino, il passaggio successivo è quello di utilizzare un filo interdentale o, se preferite uno scovolino per denti. Anche il loro utilizzo dovrebbe essere effettuato tutti i giorni, non necessariamente tutte le volte che ci si lava i denti ma almeno una volta al giorno. Il loro scopo è quello di eliminare i residui di cibo e la placca dentaria anche in quei punti in cui il normale spazzolino non riesce ad arrivare, come lo spazio interprossimale;
  4. Infine, a completamento della pulizia orale, si passa all’uso del collutorio che aiuta ad eliminare gli ultimi residui di cibo e batteri dalla bocca impedendo il riformarsi della placca. La forma liquida del collutorio, gli permette di raggiungere anche le zone più nascoste della bocca, come la zona della gola e l’interno delle guance, disinfettando così il cavo orale, rinfrescando l’alito e remineralizzando i denti. Anche il collutorio può essere utilizzato tutte e volte che ci si lava i denti, purché non sia a base di alcool.

Tra gli strumenti che possono essere usati come supporto al normale spazzolino, ci sono anche dei particolari raschietti appositi per la pulizia della lingua, che devono essere utilizzati con dei movimenti che vanno dal fondo della lingua fino alla punta così da facilitare la rimozione di residui di cibo e batteri che vi si sono depositati sopra.

Prendersi cura del sorriso

La sola igiene orale, però, non basta per prendersi cura del proprio sorriso. Anche l’alimentazione, infatti, gioca un ruolo importante sulla salute della nostra bocca. Ecco perché è importante evitare tutti quei cibi e quelle bevande nocive per i denti.

Sono soprattutto gli alimenti ricchi di zuccheri o quelli acidi a danneggiare lo smalto dei denti mentre, altre sostanze come il caffè, il tè e il vino rosso, possono macchiarli.

Importante è eliminare, o almeno cercare di tenere sotto controllo il più possibile, anche alcune cattive abitudini come fumare e consumare alcool in quanto possono danneggiare lo smalto dei denti causandone un indebolimento.

Fondamentale invece è l’assunzione di molta acqua che lubrifica la bocca impedendo il formarsi di batteri.

Ricordiamo comunque che, nonostante una corretta igiene orale, sarebbe opportuno effettuare un’ablazione o detartrasi da un dentista o da un igienista dentale almeno una volta all’anno per rimuovere la placca e il tartaro in eccesso, formatesi negli angoli della bocca raggiungibili solo tramite particolari strumenti professionali.

Leggi anche:
Come avere labbra più grandi e carnose

Summary
Come Prendersi Cura del Proprio Sorriso
Article Name
Come Prendersi Cura del Proprio Sorriso
Description
Tutti i consigli utili per avere un sorriso perfetto
Author
Publisher Name
Amiche Di Smalto

Cosa ne pensi?