Fili di sospensione al viso: tutto quello che c’è da sapere

I fili di sospensione viso sono come un piccolo lifting? Di certo ci aiutano molto quando vediamo il nostro viso che ha perso di tonicità. Il problema per molte donne infatti,  non sono solo le rughe ma anche la “perdita dell’ovale” e del viso che piano piano cede ai segni del tempo.

In molti mi hanno parlato di questa tecnica, i fili di sospensione viso. Apparentemente fanno un po’ impressione, l’applicazione sembra tipo “alla Frankenstein”, ma a quanto pare non sono invasivi e promettono ottimi risultati.

L’argomento interessa a molte donne e ho chiesto qualche informazione in più ad un’esperta, la Dott.ssa Nicoletta Cataldi, medico nutrizionista ed estetico che per me è un vero punto di riferimento, oltre ad essere una grande “amica di smalto”.

Cosa sono i fili di sospensione viso

Fili di sospensione viso

I fili di sospensione sono l’alternativa al lifting del viso

I fili di sospensione viso possono rappresentare un’alternativa ad un mini lifting facciale quando non si è in tarda età. In realtà non sono proprio una novità perché sono impiegati da circa una quindicina d’anni nell’estetica ma oggi sono composti con materiali nuovi ed innovativi.

Dai primissimi fili, in polipropilene e non riassorbibili, permanenti e a forma di lisca di pesce, inseriti attraverso un ago guida subito rimosso, si è passati a materiali diversi e riassorbibili, pur sempre a spina di pesce ma con un effetto tensore dei tessuti anche più lungo. In seguito, sono stati modificati gli aghi guida, curvi e non più retti.

I fili di sospensione attualmente sono molto utilizzati per la definizione del contorno del viso; la trazione dell’area mandibolare; l’elevazione delle guance e degli zigomi, la riduzione del sottomento, il ringiovanimento del collo e la riduzione delle pieghe del labbro che arrivano al mento, la cosiddetta “marionetta”.

Mi spiega la Dott.ssa Nicoletta Cataldi:

Per prima cosa è importante precisare che esistono dei fili di biostimolazione e dei fili di trazione. I primi vengono messi in numero elevato anche 20-30 fili ad esempio sul viso ed hanno un’azione di semplice stimolazione dermica che si può ottenere anche con altri presidi ad esempio la biostimolazione classica con acido ialuronico, vitamine, aminoacidi e zuccheri.
I fili di trazione invece, che sono i fili che abitualmente utilizzo, oltre ad avere un’azione di biostimolazione , sono in grado di tirare alcune parti del viso e del corpo di difficile gestione con altri presidi medico-estetici .
Il grado di trazione è legato alla quantità dei fili utilizzati, al loro calibro e alla sede d’impianto.

Come si applicano i fili di sospensione viso

Fili di sospensione

I fili di sospensione viso sono un intervento ambulatoriale

Lo so, adesso già vi state impressionando a sentir parlare di “ago e filo” ma in realtà questo trattamento non è assolutamente invasivo: non ci sono tagli, non c’è operazione, anestesia e soprattutto è senza rischi. Il trattamento è ambulatoriale e richiede solo l’anestesia locale nelle zone d’introduzione e uscita del filo.

Prima del trattamento, in accordo con la paziente si eseguono i disegni delle aree da trattare.
Poi  si procede – senza trauma e senza alcuna necessità di anestesia locale – all’inserimento di aghi sottilissimi all’interno dei quali sono presenti dei fili altrettanto sottili a base di Polidioxanone, un materiale altamente sicuro, anallergico e biocompatibile, utilizzato addirittura in cardiochirurgia, che attua e favorisce la coesione cellulare.

L’impianto è molto semplice – mi racconta la Dott.ssa Cataldi – si inizia con un disegno accurato che ricalcherà il percorso che dovrà seguire il filo, successivamente dopo una lieve anestesia locale si procede con l’esecuzione di un foro d’entrata attraverso un piccolo ago che farà da trocar alla cannula contenete il filo di trazione, che una volta posizionato in sede viene tirato  per ottenere il massimo effetto di trazione e successivamente tagliato a misura. Dopo un accurato massaggio la paziente potrà continuare la sua vita abituale.

Fili di sospensione

Fili di sospensione: l’alternativa al lifting

Durante la manovra di rimozione dei sottili aghi, anch’essa indolore e non traumatica, i fili al loro interno inseriti rimarranno nel tessuto provocando un effetto lifting immediato e la produzione di collagene endogeno (prodotto dal proprio organismo), stimolando così il ringiovanimento cutaneo e aumentando l’elasticità cutanea. Essendo composti di un materiale totalmente bioriassorbibile, i fili verrano riassorbiti in maniera costante dall’organismo nell’arco di 6–8 mesi. Il risultato estetico sarà però molto più duraturo grazie alla reazione dell’organismo.

Il numero di fili che vengono rilasciati nei tessuti durante il trattamento è variabile e dipende da diversi fattori: età della paziente, grado di invecchiamento cutaneo, grado del cedimento dei tessuti, estensione dell’area da trattare. Di solito si inseriscono dai 20 ai 60 fili.

Appena terminato il trattamento il paziente non presenta alcun segno visibile tranne un leggero rossore che scompare in pochi minuti potendo riprendere le sue normali attività quotidiane senza alcuna limitazione non essendo necessaria nessuna medicazione.

 I risultati dei fili di sospensione viso e i costi

Fili di sospensione viso

I risultati dei fili di sospensione

I fili di sospensione al viso sono molto efficaci, il risultato è visibile nell’immediato e si completa nell’arco di 15/20 giorni. Il riassorbimento dei fili avviene tra i 18 e i 24 mesi ma, in considerazione dell’impiego dei fili insieme a filler, si può pensare a trattamenti di richiamo ad un anno per avere un mantenimento costante dello stato per oltre due anni.

Mi rassicura la dott.ssa Nicoletta Cataldi:

I risultati sono visibili fin da subito e migliorano nel tempo grazie alla stabilizzazione del filo stesso e all’azione di biostimolazione. Questa tecnica consente un approccio soft al problema del cedimento cutaneo e sarà necessario sottoporsi a sedute di richiamo non più di una volta l’anno.
 E veniamo ad un’altra domanda molto interessante: quanto costa l’intervento
 I costi variano in base al tipo e alla quantità di fili da utilizzare, è importante sottolineare però il fattore più importante sia la qualità del prodotto utilizzato e l’adeguata esperienza e aggiornamento del medico esecutore. I prezzi per i fili di trazione sul viso partono da 250 euro.

Le zone che si possono trattare con i fili di sospensione

Fili di sospensione

I fili di sospensione possono essere applicati anche alle braccia

L’applicazione dei fili di sospensione viso, sono un trattamento ponte tra la medicina estetica standard e la chirurgia estetica. Questi fili infatti, sono nati per il trattamento del viso ma si possono utilizzare anche per altre parti del corpo come per le cosiddette “alette di pollo” che, purtroppo, con l’avanzare dell’età, iniziano a comparire sotto le braccia delle donne.

In America le chiamano le “Bingo Wings” in onore di quelle signore americane, appassionate giocatrici di Bingo, che per esultare a una vittoria accompagnano al grido “Bingo!” lo scuotimento della cartella vincente, provocando un drammatico tremolio del tricipite in cedimento.

Mi spiega Nicoletta Cataldi:

I  fili di sospensione si possono utilizzare in altre parti del corpo ma la loro capacità tensiva non ne consente l’utilizzo in caso di grossi cedimenti. In ogni caso saranno necessari molti più fili rispetto al viso e al collo.

Devo dire che sono molto tentata dal provare questo piccolo intervento e felice che la medicina estetica l’estetica stia facendo tanti progressi.
E poi dopo tanta chirurgia cosa volete che siano due fili qua e là?

Per info sui fili di sospensione e medicina estetica:
Dott.ssa Nicoletta Cataldi

Dott.ssa Nicoletta Cataldi

Medico Nutrizionista ed Estetico
nicoletta.cataldi@gmail.com
www.nicolettacataldi.it

 

1 commento

  1. Purtroppo non vengono indicati i dettagli non piacevoli ed eventuali problemi che possono nascere da una errata applicazione. Invece è giusto sapere cosa si sta andando incontro:
    1- L’infezione, estremamente dolorosa e di difficile soluzione con la cura che durerà svariati mesi
    2- In 50% dei casi l’effetto di trazione è invisibile e l’ovale rimane esattamente come era prima
    3- Alta possibilità che le tracce siano visibili e in questi casi si creano degli pseudo-solchi sul viso
    4- Se la lunghezza del filo non è adeguata, le estremità divengono visibili con l’effetto visivo delle grandi pustole sotto pelle che rimarranno per tutto il tempo di assorbimento (cioè mesi e mesi) con un risultato altamente antiestetico
    ….

Cosa ne pensi?